L'alimentazione
ti dice come
cambiare

Glutei Tonici, Femorali Top
Girovita stretto

Molte donne, quando desiderano dimagrire, si affidano a diete con drastiche riduzioni della quota di carboidrati.
Questo è un grande problema!
Se si riducono troppo i carboidrati si riduce l’attività metabolica ritrovandosi inevitabilmente in una fase di stallo dove è impossibile progredire nel miglioramento; molto spesso si rischia addirittura di peggiorare, perdendo massa muscolare e aumentando la ritenzione idrica e cellulite.
Per questo motivo questi approcci alimentari, spesso, non trovano i risultati sperati.
Tagliare drasticamente la quota calorica è il modo migliore per allontanarti dal corpo che desideri.
Per ridurre costantemente il grasso invece non dobbiamo mai perdere attività metabolica e la quota della tua alimentazione iniziale deve essere leggermente più alta del tuo consumo giornaliero dove, successivamente, applicare delle precise rotazioni della quantità dei carboidrati.
Il carboidrato inoltre, contrasta l’ormone dello stress, soprattutto se assunto la sera, aiutando la donna a risolvere le problematiche di infiammazione cellulare che causano ritenzione idrica e cellulite.
Questa è la chiave del cambiamento! Per assicurarvi un corretto e duraturo dimagrimento, in base alla quantità di grasso iniziale, alla genetica di partenza e all’esperienza di allenamento, dobbiamo perdere poco peso gradualmente, circa 500/700gr a settimana, e ridurre molti centimetri!
In questo modo staremo lavorando perfettamente preservando la preziosa massa muscolare.

L’allenamento ti dice dove cambiare

TRAINING GLUTEI

Dobbiamo focalizzarci sull’area superiore del sedere per avere un gluteo alto e pieno.
Non diamo importanza al carico ma pensiamo alla pulizia d’esecuzione del movimento, con un attivazione costante per colpire ogni tipologia di fibra ed avere il miglior cambiamento fisico.
In base alla genetica dobbiamo effettuare delle scelte ottimali perché L allenamento renda al meglio e per non sprecare tempo e denaro inutilmente.
In base alla propria struttura corporea, e’ fondamentale la costante variazione della frequenza e del volume del workout per poter avere sempre risultati; dobbiamo quindi alternare uno stimolo breve e forte a delle sedute di training di maggior isolamento.
Attenzione quindi a non esagerare perché un eccesso di volume dell’allenamento può portare molte donne ad accumulare ritenzione idrica per via del profondo e costante stress derivato dal workout.
il lavoro con tempi di tensione prolungato e le tecniche speciali permettono un attivazione muscolare molto importante e, se allineato alla giusta alimentazione, la costruzione muscolare diventa mirata e semplice.

TRAINING PUNTO VITA

Per rendere l’addome asciutto e compatto dobbiamo evitare esercizi di ipertrofia addominale.
Tutti gli esercizi per l’area addominale dove si utilizza un carico alto sono controproducenti al fine estetico.
Anche lo squat con un carico medio/alto, che attiva retto dell addome e obliqui, è una scelta scorretta per avere delle proporzioni ottimali.
Lavoriamo invece utilizzando combinazioni di esercizi molto intense con recupero ridottissimo.
Scegliamo movimenti diversi per attivare tutta l’area addominale, quasi esclusivamente a corpo libero, per rendere la pancia piatta e l’addome compatto senza mai portarlo ad acquisire maggior volume muscolare.

TRAINING BUSTO

Aprire il dorso permette di correggere la propria postura evitando di avere un atteggiamento cifotico e le spalle in avanti.
Svolgiamo circuiti molto intensi per avere un perfetto reclutamento di tutte le fibre muscolari.
Lavoriamo con grande intensità il dorso e le spalle, soprattuto se siete ginoide (pera), per avere una giusta proporzione con gli arti inferiori.
Nel caso siate androidi (mela) non dobbiamo esagerare ma usare attenzione altrimenti rischieremo di acquisire troppo volume muscolare.

 

GUARDA: QUESTA POTRESTI ESSERE TU

Contattaci Subito

Il primo
passo
verso
l'obiettivo

*contatta i nostri consulenti senza impegno